Vivi il basket 365, lui saprà ripagarti

SENIOR NIGHT – Il basket Usa e una liturgia che tocca il cuore – La notte in cui i giocatori Ncaa dell’ultimo anno giocano la loro ultima partita con i loro colori – C’era anche The Game I Love: virtualmente, grazie a Marco Benvenuti – Uno dei pochi italiani al mondo invitati sul campo da un giocatore per una Senior Night, quella di Justin Hawkins – Uno dei migliori difensori Ncaa

C’è un luogo del cuore dove custodisci tutti i tuoi ricordi cestistici più cari. I tuoi compagni di squadra, la fatica che hai fatto, le gioie e i dolori. C’è un luogo del cuore in cui custodisci la serata più incredibile della tua giovane carriera cestistica. Senior Night, ovvero: la notte dei Senior, la notte delle lacrime e dei grazie. Alla Senior Night di Unlv, in qualche modo, c’era anche The Game I Love.

La tua ultima notte da giocatore, con la maglia della tua università, nell’ateneo dove hai studiato quattro anni e dove per quattro anni, sul parquet di casa, hai lottato per portare in alto i tuoi colori. Ci sono tanti momenti liturgici nel basket americano. Nessuno è emozionante come quello della cerimonia del tuo ultimo match da universitario. Una notte che come ogni anno l’Ncaa celebra degnamente, grazie ai contratti con i grandi network televisivi che mandano in diretta le Senior Night più significative. Devi aver giocato quattro anni nell’università in cui finisci per avere il diritto alla tua Senior Night.

Justin Hawkins

La maglia di ogni Senior viene regalata in cornice, al centro del campo, al giocatore. Accanto a sé, l’atleta in questo momento vuole le persone più care. I genitori, la fidanzata, i parenti più stretti. Alla Senior Night di Unlv c’era anche Marco Benvenuti, amico e gancio insostituibile di The Game I Love, che durante i nostri periodi americani ci ha fornito le storie più divertenti che avete letto su queste pagine. C’era, invitato da Justin Hawkins, point guard che entra di diritto nella storia dei Runnin’ Rebels. E’ uno dei difensori più importanti dell’Ncaa e ha fatto parte di un backcourt che ha rilanciato Unlv in questi anni.

Marco è forse uno dei primi italiani che partecipa da protagonista a una Senior Night. Un’emozione rara, che ha cercato di cristallizzare nel video che vedete all’inizio di questo articolo.  “Per un giocatore Ncaa – dice Marco – la Senior Night è un momento più importante della stessa graduation. E’ qualcosa che si avvicina molto al matrimonio. E io ho avuto l’onore di essere al centro del campo insieme a Justin, che ha raccolto l’applauso di tutto il Thomas & Mack”. Nel video si vedono anche i momenti precedenti all’ingresso in campo del team, prima della cerimonia e dell’inizio della partita contro Fresno State, che peraltro Unlv ha perso.

Nel tunnel ci sono gli abbracci e gli high five tra i giocatori. C’è Mike Moser, lui Junior ma di grandissimo impatto in Ncaa. C’è Anthnoy Marshall, un altro dei Senior che è stato celebrato insieme a Quintrell Thomas, l’altro dei tre Senior di Unlv. Una fantastica serata al Thomas & Mack, con i tifosi in total white sugli spalti. “Una serata molto importante per tutti – dice Marco – che era tra l’altro in diretta nazionale sulla Cbs”. Non tutte le Senior Night vanno in diretta. Tutte rimangono in quel luogo del cuore per i giocatori. Che da quel momento diventano a tutti gi effetti uomini di basket.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Basic HTML is allowed. Your email address will not be published.

Subscribe to this comment feed via RSS

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: