Vivi il basket 365, lui saprà ripagarti

DO THE HARLEM SHAKE – Addio Gagnam Style, il 2013 ha un nuovo verbo: Harlem Shake – Come il basket Usa e non solo sta impazzendo per il brano tecno da montare con video autoprodotti – In cui si balla scomposti vestiti con abiti improbabili – Se la febbre ha colto anche i Jayhawks di Kansas, la situazione è seria

Se ci chiedete come mai solo ora sia scoppiata la Harlem Shake mania, non capite gli Usa. Semplicemente, qualcuno ha fatto il primo video e da quel momento tutta la Nazione ha deciso che era l’ora di ballare scomposti in video al ritmo di Harlem Shake. Non volevamo crederci nemmeno noi ma il ballo del 2013 è pronto a mettere in soffitta il Gagnam Style. L’autore del tormentone si chiama Baauer, la canzone è Harlem Shake, che peraltro gira da circa cinque mesi. Per questo non si sa come mai la mania di far video su queste note sia comparsa solo ora. Ripeto, poche domande e cercatevi Harlem Shake su youtube. Perché il tuo video diventi un video di Harlem Shake doc deve avere un paio di caratteristice: una singola persona che inizia ballando la canzone mentre intorno tutti gli altri attendono alle loro normali faccende. Sullo stacco di “Do The Harlem Shake” dovete montare un video con la stessa scena e inquadratura, ma a quel punto tutti ballano con costumi altamente improbabili e facendo robe improbabili, tipo dare testate nel muro o cose del genere.

Per una Nazione in cui a Ohio State ci si getta nel Mirror Lake il giovedì precedente alla sfida sentitissima tra Ohio State e Michigan di football, capirete che le università sono terreno fertilissimo per gli Harlem Shake più assurdi. La febbre è gravissima, visto che ha contagiato nientemeno che Kansas. I Jayhawks hanno preso sul serio, se così possiamo dire, il video girato nello splendido spogliatoio di una delle candidate alle Final Four.

Nel video, nientemeno che coach Bill Self prima verga sulla lavagna col pennarello alcuni schemi. Poi cancella tutto scrivendo “Harlem Shake”. Il video stacca a quel punto sullo spogliatoio. Ben McLemore fa l’assolo all’inizio vestito da pollo. Sul do the harlem shake, Jeff Withey e Jamari Traylor suonano mini-chitarre mentre Kevin Young ha una maschera da simil-hockey.

In questo weekend sembra che siano pronti dei nuovi harlem shake in altre università, come ad esempio la nostra preferita, Unlv. Attendiamo con ansia tutto questo.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Basic HTML is allowed. Your email address will not be published.

Subscribe to this comment feed via RSS

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: