Vivi il basket 365, lui saprà ripagarti

SUPERBOWL 2013 – E alla fine arriva Flacco – Beyonce e il blackout tra i Ravens e il Vince Lombardi Trophy – E Baltimora supera i due ostacoli e vince, regalando l’ultimo titolo a Ray Lewis prima del ritiro

Da Quotidiano.net

New Orleans, 4 febbraio 2013 – I Baltimore Ravens vincono il Superbowl numero 47 contro i San Francisco 49ers per 31-34 conquistando il secondo titolo Nfl della loro storia dopo quello del 2000. Una delle finali di football Nfl più bella degli ultimi anni quella del Mercedes Benz Dome di New Orleans, dicono ora i commentatori in maniera quasi unanime. Una partita tiratissima fino all’ultimo con due incredibili record: la giocata più lunga, con le 109 yards corse da Jacoby Jones, il cui “ritorno” con touch down diventa appunto la corsa più lunga mai vista in un Superbowl. E l’incredibile black out avvenuto all’arena al coperto di New Orleans. Black out durato trentasei minuti, quando si era sul inconveniente che per la prima volta porta la potentissima Nfl a una figuraccia planetaria, poi sanata dalla riattivazione dell’energia elettrica. Il concerto di Beyonce all’intervallo, con la performer che ha danzato con alcuni suoi ologrammi, è un altro incredibile momento di una notte di Superbowl da ricordare. Festa anche per Steve Bisciotti, proprietario di maggioranza dei Ravens, chiare origini italiane.

L’America ha bisogno di eroi, e quello sulla bocca di tutti è ora Joe Flacco, 28 anni, quarterback dei Ravens che vince l’Mvp e il titolo Nfl nella sua serata professionalmente più bella, condita da tre touch down pass. Dal 2008, anno del suo arrivo a Baltimora, ha sempre conquistato i playoff, ma mai la franchigia del Maryland era riuscita ad arrivare in questa sua storia recente al Superbowl. Vincerlo nell’ultima partita da giocatore di Ray Lewis, uno degli interpreti più acclamati di questa lega, rende il tutto ancora più speciale. Mille le storie in campo, a cominciare da quella dei due fratelli allenatori, uno di Baltimore e l’altro di San Francisco, rispettivamente John e Jim Harbaugh. Ha vinto il secondo dopo una partita gestita in maniera pressoché magistrale. Ma i riflettori sono tutti per Flacco, che nel primo tempo lancia tre touch down, mostrando durante i drive una freddezza glaciale e un braccio da alieno. Nativo di Audubon, new Jersey, viene da University of Pittsburgh e ora è ufficialmente una delle stelle della Nfl.

Vince nettamente il duello con Colin Kaepernick, il quarterback di San Francisco, venticinquenne entrato in pianta stabile nell’attacco dei 49ers solo a stagione in corso. Grande fisico, eccezionale propensione anche per la corsa (un touchdown è arrivato da una delle sue zingarate), Kaepernick ha pagato l’emozione del primo Superbowl. Andando in confusione nel primo tempo, proprio quando Baltimora ha aggredito e raggiunto un vantaggio che è apparso un tesoro inestimabile quando nel secondo tempo San Francisco ha provato a rientrare fino al 34-29 degli ultimi due minuti. Arrivata a poche yard dalla end zone, San Francisco ha dissipato le sue chance, con un clamoroso intervento difensivo di Baltimora. Quello che è valso un’intera stagione.

IL CONCERTO DELL’INTERVALLO

Mega show doveva essere e così è stato. L’half time concert è sempre un momento di grandissimo interesse di ogni Superbowl, lo spettacolo nello spettacolo. Impressionante lo show di Beyonce Knowles, che dopo i primi minuti da solista si è accompagnata con le altre due socie Kelly Rowland e Michelle Williams per ri-formare per una sera le Destiny’s Child. Beyonce ha cantato live, dissipando le polemiche dopo una delle ultime performance, in cui cantò l’inno americano in playback. Effetti super-speciali per il concerto, effetti che il computer rende sempre più strabilianti. A un certo punto dello show, Beyonce ha ballato con al fianco due ballerine vere e due ologrammi della stessa cantante.

Francesco Marinari
Twitter: @framar1977

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Basic HTML is allowed. Your email address will not be published.

Subscribe to this comment feed via RSS

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: