Vivi il basket 365, lui saprà ripagarti

LIVING IN AMERICA 12-11 – San Francisco: con la Coppa America di vela alle porte e i Giants campioni nelle World Series di baseball il basket chi se lo fila? – Golden State cerca un posto al sole e trova l’asso nella manica – C’è una data, il 2017, quando i Warriors torneranno a San Francisco da Oakland in una nuova Arena quasi sotto il Bay Bridge – San Francisco, una repubblica fondata sugli smartphone – Si parla al telefono anche mentre si gioca col cane

San Francisco: nella città fondata sugli smartphone, in cui si parla al telefono anche mentre si gioca col cane ai giardini (testimonianza diretta) il basket Nba ha un po’ poche chance per uscire alla ribalta. Lo abbiamo cercato in una lunghissima e fantastica giornata di sole ovunque. Tra i pier da cui partono i traghetti e sulla Third Street, la strada del Moscone Center, dove all’ora di pranzo giovanissimi ingegneri asiatici e indiani, in felpa e jeans, escono dagli uffici delle newco e vanno a mangiare. Lo abbiamo cercato nella parte sud di Market Street, nei negozi gestiti da afroamericani dove trovi ancora i vecchi bomber delle squadre Nfl.

Ma dei Golden State Warriors nessuna traccia o quasi. Con la Oracle Arena sistemata a Oakland, i Warriors sembrano lontani. D’altronde, in fatto di sport, San Francisco ha in questo momento ben altro a cui pensare. La Coppa America innanzitutto, che arriverà in città l’anno prossimo e che vedrà sfide stellari tra gli equipaggi al top della vela mondiale. Per questo evento, tra costruzione degli hangar dei team e infrastrutture varie, i pier di The Embarcadero vengono rivoltati come un calzino dagli operai che lavorano nei mega-cantieri. Per ora, l’unica zona già pronta e aperta al pubblico è quella dello store della manifestazione, con le divise dei team già pronte per essere acquistate dagli appassionati.

E poi c’è il baseball. Sapete che qui a The Game I Love non ne capiamo una mazza del batti e corri, ma sapete anche che i San Francisco Giants hanno portato il titolo delle World Series a San Francisco pochissime settimane fa. Dopo la parata e tutto il resto, la città è ancora ubriaca di gioia. Allo store dei Giants, proprio sotto l’At&T Park, le magliette della parata non sono economicissime. Vanno via a 32 dollari ma in questi giorni i tifosi non guardano ai prezzi e comprano “like there’s no tomorrow”, come si dice qui, “come se non ci fosse un domani”. In una festa continua anche per le casse di Giants. Tra l’altro ancora diverse vetrine hanno appesi gli striscioni per la parata del team dopo la vittoria.

Insomma, i Warriors si trovano stretti tra presenze molto ingombranti. Noi, aspettiamo di raccontarvi la Oracle Arena e tutto il controno in Warriors-Hawks di mercoledì. Ma intanto, vi parliamo della nuova arena dei Warriors. Ecco l’asso della manica che riporterà il fuoco della palla a spicchi anche a The Imbarcadero. L’Arena, che sarà pronta nel 2017, farà tornare Golden State a San Francisco, facendogli attraversare il Bay Bridge da Oakland. Sì perché il luogo in cui tutto sorgerà tra cinque anni sarà poco sotto lo stesso Bay Bridge, tra i pier 30 e 32, in una zona che sarà poco distante dall’At&T. Il basket dunque si avvicinerà al baseball per far vedere che c’è anche lui.

Una struttura faraonica, totalmente sul mare. Siamo andati a vedere i lavori preparatori. Si stanno per così dire costruendo le fondamenta dell’Arena che sarà, per la quale è stato scelto il team di progettisti di Snøhetta e Aecom. Saranno 17mila i posti a sedere e ovviamente l’Arena avrà una grande accessibilità anche dal mare. Nei bar e negli Starbucks di San Francisco, dove chiunque abbia un laptop (cioé tutti) succhiano rete wifi come unìape il polline, non si parla ancora dei nuovi Golden State Warriors e del progetto 2017. Ma San Francisco è pronta a creare nuovi eroi, e dopo i Giants potrebbe toccare a Golden State.

D’altronde, anche i San Francisco 49ers, la storicissima franchigia del pubblico, vanno alla grande e anche per loro è pronta una nuova mega-arena che sostituirà lo storico Candlestick Park, che si trova a sud della città. State pensando anche voi quello che pensiamo noi. Si vede eccome che qui il denaro gira. D’altronde ci troviamo nell’attuale motore dell’economia mondiale, dove le idee applicate alle nuove tecnologie frullano come un vortice. Lo percepisci nettamente in questa città dove ci siamo impegnati a cercare per strada gente over sessanta senza riuscirci facilmente.

Testo e foto: Francesco Marinari
Twitter: @framar1977

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Basic HTML is allowed. Your email address will not be published.

Subscribe to this comment feed via RSS

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: