Vivi il basket 365, lui saprà ripagarti

LIVING IN AMERICA 6-11 – Questo post, scritto su un aereo a diecimila di altezza – Guardando dal finestrino non vedo gli Stati colorarsi di rosso e blu, come mai? – Si parte bene: Obama spende le ultime ore di campagna elettorale giocando a basket – Mentre al controllo immigration al Jfk di New York c’era il diesse della Roma Franco Baldini

Ok, dopo ritardi, cancellazioni di un aereo e menate varie vediamo ormai il traguardo di Los Angeles. Lunghissima trafila che ci ha fatto cambiare aeroporto di arrivo da Las Vegas a Los Angeles. E ora questo articolo viene scritto da diecimila metri d’altezza, alle 20 circa ora di Los Angeles, mentre sotto di noi impazza l’election day e la sfida Romney-Obama. A parte che dal finestrino non vediamo gli Stati colorarsi di rosso e blu, la missione cestistica è cominciata sotto ottimi auspici. Visto che mentre aspettavamo il nostro controllo all’immigration di New York è apparsa la notizia che Obama ha speso gli ultimi momenti della campagna elettorale giocando a basket. Un classico per Obama, come un classico è il nostro sogno di giocare un giorno una di quelle partitelle tra amiconi. Speriamo di riuscirci mentre non vediamo l’ora di cominciare a parlare di basket giocato. Intanto vedremo per voi un po’ di roba (un autodromo in California, poi il Jay Leno Show, courtesy Marco Benvenuti), prima di immergerci nella stagione delle californiane. Lakers e Golden State ci attendono. Ma la prima giornata Usa, con l’arrivo a New York, ci ha riservato una sorpresa gustosa anzicheno. Il diesse della Roma Calcio Franco Baldini in transito dall’aeroporto di New York. Era una decina di persone davanti a noi. La fila era immensa, da non meno di 150 persone. E’ divertente vedere come fuori dall’Italia anche i grandi personaggi del pallone siano trattati come gli altri cittadini. Una fila così, Baldini a Roma non l’avrebbe mai fatta. E infatti guardava con interesse fin dove il serpentone arrivava. Ps: nel numero di novembre di Sky Team, il periodico di Delta Airlines, c’è un’intervista a Lebron. Non poteva che essere così, forse sapevano che l’avremmo sfogliato.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Basic HTML is allowed. Your email address will not be published.

Subscribe to this comment feed via RSS

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: