Vivi il basket 365, lui saprà ripagarti

NBA EUROPE LIVE 2012 – Milano-Boston 75-105 – Quei personaggi che non ti aspetti: Larranaga nel coaching staff, Ainge che vuole vincere l’anello, Stern salomonico – L’Nba era lì, sotto i nostri occhi, nel nostro Belpaese

Milano, 7 ottobre 2012 – Più che la partita il bello era l’incontro tra nuovo e vecchio continente cestistico. Più che gli schemi il bello è stato guardare come Doc Rivers sta in panchina, cosa osserva David Stern, quanti sono i membri del coaching staff di Boston. Come accadde nel 2010 anche quest’anno l’Nba sbarca a Milano. Allora furono i Knicks, stavolta sono i Celtics che giocano contro l’Armani Milano e vincono 75-105 con 17 punti di un pazzesco Rondo.

RIVIVI LA DIRETTA DELLA PARTITA

Un match che ha avuto vita soltanto nel primo quarto, poi Milano ha forse colpevolmente abbandonato il match non mettendo più sul parquet la gioia di giocare contro gente di un altro pianeta. Una polemica questa lanciata subito da Sky Sport alla fine del match, forse non del tutto a torto. Ma certo Milano resta un grande team europeo impegnato in grandi sfide sia in Eurolega che in campionato.

Spettacolo al Forum per una partita molto attesa. C’era ovviamente il tutto esaurito (anche se qualche biglietto a 120 euro era rimasto invenduto, potere della crisi), c’era ovviamente il pubblico delle grandi occasioni. Con l’immensa community italiana dei Celtics arrivata in massa, tra centinaia di magliette biancoverdi. “Due squadre che sono qui e che vogliono lottare per l’orgoglio e il nome che portano”, aveva detto salomonicamente David Stern prima del match. In realtà Boston scava il solco tra terzo e quarto periodo trovando poca resistenza, permettendosi poi di far entrare le terze linee (Melo e Christmas su tutti).

Di certo Boston non poteva uscire da una nuova sconfitta dopo quella contro il Fenerbache di Pianigiani nella prima partita del tour. E dunque Rajon Rondo spinge subito sull’acceleratore, con un passaggio immaginifico per Sullinger e con grandissima qualità di tiri e assist. Di certo, dopo l’entusiasmo iniziale, Doc Rivers centellina i Big Three (28 minuti in due per Pierce e Garnett, quest’ultimo chiude a zero punti) dando molto spazio alle seconde linee.

“Vogliamo vincere l’anello”, taglia corto il gm di Boston, l’ex gloria Danny Ainge, commentando la stagione che sta per iniziare. “Un grande piacere tornare in Italia, spero che rimanga una partita divertente. Dobbiamo molto migliorare, siamo stati insieme per due settimane soltanto”, dice un più realista Larranaga, vecchia conoscenza del campionato italiano adesso nel coaching staff biancoverde.

L’Italia porta bene ai Celtics: nel 2007, primo anno assoluto di Rondo, la sfida a Roma contro Toronto. Quell’anno Boston vinse l’anello e chissà che da questa nuova trasferta a Milano non arrivi la spinta giusta. L’Armani cerca di reggere il colpo fino al 33-35, poi di fatto né Hairston né Hendrix, che aveva iniziato la partita con una stoppata, riescono a riportare sotto l’Armani. Osservato speciale era però Gentile. Il figlio di Nando è presente, con il suo nome, sui taccuni di alcuni scout Nba. C’era attesa su di lui e di certo a grinta e personalità non è secondo a nessuno. Chiude con 11 punti e sei assist in 34 minuti.

Un grande privilegio nel privilegio resta comunque aver potuto vedere in Italia Jason Terry, assoluto protagonista della vittoria dell’anello dei Mavs nel 2011 e ora appunto approdato ai Celtics. Non ha brillato in assoluto ma ha comunque chiuso con undici punti. Per il resto, il contorno è stato quello di una grande festa. In attesa, chissà, che dalle partite amichevoli si passi a match con qualcosa in più in palio, con magari una franchigia europea. Un sogno è vero, fantabasket certo, ma l’Nba non fa trasferte per niente.

Francesco Marinari (twitter: @framar1977)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Basic HTML is allowed. Your email address will not be published.

Subscribe to this comment feed via RSS

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: