Vivi il basket 365, lui saprà ripagarti

DOLENTE WEST – I Dallas Mavericks da Obama a Washington per celebrare il titolo 2011 – Ma a Delonte, neo-acquisto con fedina penale macchiata, questa gioia è negata – Lui si sfoga su Twitter ma accetta: “Se sbagli paghi”

E’ l’epilogo di ogni stagione Nba che si rispetti. La visita della squadra campione al presidente Obama alla Casa Bianca è un grande classico che i Mavericks non hanno potuto che rispettare. Ma dietro a quei sorrisoni almeno un paio di inquietudini albergavano. Detto che tra American Dad e Mark Cuban ormai la distanza in termini di somiglianza è poca, il fatto vero è che uno dei Mavs non ha potuto far festa. Delonte (o Dolente) West infatti è stato lasciato alla porta.

Motivo? I suoi guai con la giustizia, la fedina penale non pulita dopo i problemi avuti con la legge in seguito alla scoperta che deteneva un vero arsenale di armi e munizioni. Era il settembre 2009 e la guardia allora a Chicago fu scoperto in moto con due pistole e un fucile mentre viaggiava in moto. Progettava una nuova Columbine? Impossibile saperlo per uno come lui che, spiega anche la Gazzetta dello Sport, ha una sindrome bipolare che lo porta a compiere i gesti più strani.

Di certo in quel 2009 aveva concluso con 11.7 punti a partita, la sua seconda media annuale più alta e insomma c’era di peggio. Da allora le cose sono andate molto peggio per lui. Sportivamente e professionalmente ha sentito scemare la fiducia intorno a sé. La chance dei Mavs è importante, tanto è vero che, pur in una stagione che noi torniamo a dire poco veritiera visto la durata e la frequenza di partite, Delonte mette insieme una ventina di minuti a gara.

Tutto bene insomma, tranne l'”incidente” della Casa Bianca. Impossibile presentarlo al cospetto di Obama, che pure a qualche pregiudicato dovrà aver pur stretto la mano in tutta la sua vita. “E’ quello che succede quando prendi decisioni sbagliate nella tua vita”, dice Delonte.

Dall’altro lato, anche il resto della squadra vive un’inquietudine insospettabile solo pochi mesi fa, quando classe Dirk e soci divennero padroni del mondo. Non ci sono più Butler, Barea, Tyson Chandler e il gruppo sembra non riuscire più a ingranare. Servirà forse solo il 2013 per rivedere i Mavs all’altezza?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Basic HTML is allowed. Your email address will not be published.

Subscribe to this comment feed via RSS

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: