Vivi il basket 365, lui saprà ripagarti

LA SERA PARLAVAMO CON STERN – Eccolo il weekend che potrebbe cambiare le carte in tavola del lockout Nba – Ritrovo nel weekend a New York – Ci saranno tutti: proprietari, Stern e, tra le stelle, Wade e Lebrone – Cancellata la preseason, l’Nba cerca di salvare il gioco e far tornare tutti in campo – Paradossalmente, sarebbe il caos totale in Europa – Chi glielo dice a Besiktas e Treviso che il Derone e Scalabrine devono tornare?


Wade parla di lockout all’Espn

Dall’AdnKronos
Le superstar Nba in campo, o meglio al tavolo, per evitare il lockout. Secondo il network Espn, domani a New York sono in programma incontri cruciali nella trattativa tra proprietari e sindacato dei giocatori (NBPA) sul rinnovo del contratto collettivo. Billy Hunter, direttore esecutivo della NBPA, avrebbe convocato i membri dell’comitato esecutivo del sindacato e alcune ‘stelle’.

Dwyane Wade, simbolo dei Miami Heat, ha fatto sapere che sara’ presente. Potrebbe avere accanto a se’ il compagno LeBron James, mentre e’ difficile ipotizzare la partecipazione di Kobe Bryant, che oggi e’ atteso a Roma per un impegno promozionale. Il commissioner della Nba, David Stern, ha evidenziato che dopo circa 90 giorni di paralisi la posta ora e’ altissima: ”Facciamo entrare in campo i due comitati, vediamo se si riesce ad avere una stagione o no. Ecco qual e’ il rischio in questo weekend”, e’ il virgolettato attribuito a Mr Stern.

L’impressione e’ che, dopo il confronto nelle ultime 48 ore, si sia arrivati al bivio. I training camp sono stati ‘congelati’, le prime 43 partite di pre-season sono state cancellate. Serve una svolta per salvare la stagione 2011-2012 che, secondo i programmi iniziale, dovrebbe partire il 1° novembre. Nelle prossime ore Stern dovrebbe incontrare i proprietari che, secondo
Espn, poi dovrebbero sedersi nuovamente al tavolo con i giocatori. Non e’ escluso che le trattative proseguano per tutto il weekend nel tentativo di compiere un passo decisivo verso la fumata bianca. Dal 30 giugno, quando e’ scaduto l’accordo collettivo, ‘owners’ e ‘players’ sono divisi sulla ripartizione delle risorse.

I proprietari delle franchigie non sono disposti a concedere agli atleti il 57%, come accaduto sinora. Le ultime proposte ai giocatori avrebbero previsto una ‘fetta’ corrispondente al 46%, ma sarebbe contemplata anche
l’ipotesi di arrivare al 48%.

Si fatica a trovare un punto d’incontro sul salary cap, il monte ingaggi di ogni singola squadra, e sulle ‘eccezioni’ legate a spese extra per la conferma dei free agent, i giocatori in scadenza di contratto. Espn, infine, fa
riferimento ai tagli agli ingaggi: i proprietari vogliono una riduzione del 5% nel 2011-2012, del 7,5% nel 2012-2013 e del 10% nel 2013-2014.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Basic HTML is allowed. Your email address will not be published.

Subscribe to this comment feed via RSS

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: