Vivi il basket 365, lui saprà ripagarti

Nba playoff 2011 – Funky il Gallo? No, funky il Beli – Che ne direste di andare in doppia cifra nella vostra prima partita di playoff nella vita? E che ne direste di vincerla quella partita? Magari contro i Lakers allo Staples? Belinelli ci è riuscito – Per una serie che appare vivamente interessante

Il Beli in azione

Ci avrebbe creduto forse al suo arrivo in Nba, quando mise, andando a memoria, un trentello in summer league a Las Vegas. Ma non ci avrebbe creduto all’inizio di quest’anno, quando il cambio di maglia e tutte le incertezze che i campionati Nba portano ai comprimari riempivano la sua testa. Ma il Beli, Belinelli, Rocky Balboa o come altro volete chiamarlo, ora comincia a capire di essere un giocatore. In una delle notti più memorabili per l’Italia in Nba, non solo l’ex Fortitudo fa l’esordio da trenta minuti e dieci punti. Ma aiuta anche New Orleans a vincere. E non a vincere ovunque, ma allo Staples contro i Lakers. In un inizio di playoff incertissimo, in cui anche San Antonio deve arrendersi a Memphis che vince la sua prima partita post season nella storia della franchigia, gli Hornets piazzano l’upset e strapazzano i gialloviola sul proprio campo rendendo a questo punto la serie pepatissima. Impazziti i tifosi del Beli nella serata italiana. Chi ha potuto vedere la partita esulta per quel pezzo di tricolore che sventola sullo Staples stesso.

Un Beli maturo, con scelte di tiro quasi per niente forzate che impreziosiscono la sua prova. Visto che sulla carta le difficoltà almeno emotive nell’attaccare la difesa gialloviola non mancavano, in una serata dai grandissimi significati per l’italiano. Monty Williams gli dà fiducia e il ragazzo di San Giovanni in Persiceto arriva alla doppia cifra a metà secondo quarto. Dieci punti, che saranno quelli dello score finale. Tra le perle di Belinelli, la tripla di fine primo quarto in faccia al senatore dei Lakers e dei playoff, Derek Fisher, 14 stagioni in Nba, 9 punti di media nei playoff in carriera con 27 minuti a gara. Che quella tripla porti l’assist di Chris Paul non è un caso. Il Beli, come si diceva a inizio stagione, trova sicurezza anche grazie alla qualità del backcourt di New Orleans che ha in Cp3 il suo eccezionale talento di riferimento (sfiorata la tripla doppia con 33, 14 assiste 7 rimbalzi).

“My family is one of my secret weapon”, ha scritto il Beli su Twitter. Che la sua famiglia dunque non manchi anche alle prossime partite di post season. Il tabellino del Beli: 10 punti, 4/9 da due, 2/4 da tre, 1 rimbalzo, -8 di plus/minus. Siamo sicuri che la stampata di questo scout Belinelli la appenderà in camera. Mercoledì gara due allo Staples.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Basic HTML is allowed. Your email address will not be published.

Subscribe to this comment feed via RSS

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: