Vivi il basket 365, lui saprà ripagarti

Così parlò il Belinelli – Quelle cene con Bargnani e Gallinari, quando capita di giocare contro, la sera prima della gara, che rievocano i bei tempi dell’Italia

Fonte: Gazzetta.it
MILANO, 10 gennaio 2011 – Oltre 11 punti di media con il 40% nel tiro da 3 e un ruolo importante all’interno di una squadra, i New Orleans Hornets, che punta decisa ai playoff. Finalmente l’Nba sorride a Marco Belinelli e scopre il suo talento sera dopo sera, dopo le stagioni sfortunate fra Golden State e Toronto. E’ la stagione della definitiva consacrazione per la guardia di San Giovanni in Persiceto (Bo), forte e sicuro in campo, tiratore micidiale e migliorato in difesa. A quasi metà regoular season Nba traccia un bilancio della sua esperienza . Il suo sorriso esprime tutta la sua soddisfazione.

Dopo 38 partite, qual è il suo giudizio personale?
“Direi abbastanza buono, è la prima stagione in cui gioco con continuità e in quintetto, mi sento un giocatore Nba. Ho la fiducia di tutta l’organizzazione, dalla società allo staff tecnico ai compagni di squadra, sono molto contento e il mio unico desiderio è che tutto continui così”.

Per lei terza città in quattro stagioni Nba, come è stato l’impatto con New Orleans?
“Mi sono trovato subito bene, è una città molto particolare che sta ricrescendo dopo il disastro dell’uragano Katrina, che l’ha profondamente ferita. Sono stato subito entusiasta di sposare il progetto degli Hornets, perchè la società mi ha fatto sentire fin dal primo giorno importante, cercandomi e corteggiandomi con insistenza“.

Giocare vicino a una superstar come Chris Paul è più facile o più difficile?
“E’ allo stesso tempo facile e difficile. La gente può pensare che sia molto semplice fare la spalla a un playmaker così, a mio avviso il più forte al mondo, perché passa la palla in maniera meravigliosa e sempre con i tempi giusti. Giocandoci assieme le piccole difficoltà possono nascere dal fatto che bisogna sempre farsi trovare pronti, capire cosa vuole e capire dove bisogna posizionarsi per farsi trovare libero. Comunque per me è un sogno giocare con lui “.

New Orleans è in posizione playoff , fra il quinto e il settimo posto in classifica. Cosa manca per fare il definitivo salto di qualità?
“La costanza, niente di più. Alterniamo partite ottime dove magari perdiamo di due e tre punti contro squadre come i Lakers, a partite dove non riusciamo ad esprimerci meglio e perdiamo in casa contro squadre sulla carta più deboli come Golden State e New York, per farti esempi recenti. Non possiamo permetterci sconfitte così. Siamo una squadra forte in difesa che deve dimostrare ogni sera il suo valore in campo”.

La sua partita migliore fino a questo punto della stagione?
“Direi quella in casa contro Detroit a inizio dicembre, dove ho segnato il mio massimo stagionale, 22 punti, a coronamento una vittoria convincente”.

Quale squadra che le piace affrontare e quella che le piace battere?
“Da affrontare sicuramente i Lakers, perché giochiamo contro Kobe Bryant (“il mio giocatore preferito” aggiunge ridendo, n.d.r.) e una squadra che ha vinto tanti titoli Nba. Ed è sempre una bella sfida ricca di emozioni. Quella che mi piace più battere è Boston, forse perché ha sempre dato fastidio alla squadre in cui ho giocato, quindi a livello emotivo sconfiggerli è una cosa importantissima”.

La sua stagione positiva accompagna quelle di Bargnani e Gallinari: è in contatto con loro?
“Certo ci sentiamo spesso, tramite cellulare. Oppure quando giochiamo contro la sera prima usciamo sempre a cena per trovarci, fare due chiacchiere, sentire come vanno le cose e passare un po’ di tempo in compagnia”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Basic HTML is allowed. Your email address will not be published.

Subscribe to this comment feed via RSS

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: