Vivi il basket 365, lui saprà ripagarti

Si chiama Greg, ma Lillo non c’entra niente. Oden, un classe ’88 nella faccia di un cinquantenne: sfortuna o fisico di burro?

Oden con l'ex first lady Laura Bush ad un evento benefico

Gregory Wayne “Greg” Oden jr. (Buffalo, 22 gennaio 1988) è un cestista statunitense che gioca come centro nei Portland Trail Blazers, squadra NBA. Nella stagione NCAA 2006-07 ha giocato per gli Ohio State Buckeyes chiudendo l’anno con 15.7 punti e 9.6 rimbalzi a partita. È cresciuto a Terre Haute, Indiana, giocando a pallacanestro nel settimo grado della high school Sarah Scott Junior, ma si trasferì a Indianapolis nell’ottavo grado e frequentò la high school Lawrence North, dove condusse la squadra a tre titoli statali di fila e a 45 vittorie consecutive, sotto la guida di coach Jack Reefer. Oden è stato nominato Parade Magazine High School Player of the Year 2005, ovvero uno dei migliori giocatori del 2005 nelle high school (insieme a Monta Ellis) e 2005 Gatorade National Boys Basketball Player of the Year, diventando il primo Junior oltre a LeBron James ad essere nominato tale. (Da wikipedia)

Il fotografarsi nudi davanti allo specchio sembra diventata quasi una moda fra gli sportivi americani, ed immancabilmente qualche volta quegli scatti vengono diffusi via Internet. Qualche settimana fa era toccato a Grady Sizemore, ora è la volta del giocatore di basket Greg Oden che ha visto alcuni suoi scatti privati pubblicati sulle pagine del sito WorldStarHipHop.com. Le foto risalgono a circa un anno e mezzo fa ed erano state realizzate per essere inviate ad una non meglio precisata amica che, a quanto pare, non dev’essere stata capace di tenerle per sé. (Da gayburg.blogspot.com)

Adesso è arrivata la conferma: Greg Oden (22 ann) e i Portland Trail Blazers non proseguiranno la loro avventura insieme! A dare la notizia è stato il FanHouse.com il quale ha riportato che la scelta di non rinnovare è stata presa proprio dal centro. Alla base della scelta vi sono i problemi fisici del giocatore che, a parte non consentirgli di esprimere il suo potenziale, privano i Blazers di un giocatore importante per il loro gioco e il rischio di eventuali ricadute è sempre alto. Stanotte nel successo casalingo contro i Suns Oden era in borghese e non si sa ancora quando potrà tornare. (nba-evolution.com)

La formula per giusta per poter rifarsi degli anni perduti, è come al solito, la giusta dose di fortuna ed allenamento. Con la prima variabile che, seppur del tutto aleatoria, è la componente fondamentale, perchè prima di ogni cosa il 2.13 originario di Buffalo, deve riuscire a stare alla larga dagli infortuni. Poi, bisognerà mettersi con un preparatore personale, a rafforzare ulteriormente le caratteristiche che lo hanno seempre contraddistinto, ovvero fisicità e la tecnica vecchio stile, quella fatta di movimenti di piede perno e ganci dalla parabola instoppabile (anche perchè partono pur sempre dalle mani di uno che i 2 metri e 10 li supera abbondantemente). Forse si dovrebbe prendere un ulteriore preparatore fisico oltre a Bob Medina che segua solo Oden per preparalo muscolarmente al meglio, al fine di cercare di prevenire i tanto massacranti infortuni. (airofnba.blogspot.com)

Qualcuno si è domandato di recente se Greg Oden è vivo? Ebbene: è vivo, vegeto e lotta – anzi, scrive – insieme a noi. Ancora fuori per infortunio, la prima scelta assoluta del Draft 2007 si diletta col web. Tiene un blog sulla sua riabilitazione (http://odenrehab.blogspot.com/) e un altro più generale. Ed è proprio qui (http://www.yardbarker.com/nba/articles/Senator_Obama_is_getting_my_vote/167640) che il buon Greg si è dato all’endorsement, l’appoggio ufficiale. D’altronde è la moda del momento. E all’uomo del momento va l’appoggio del centrone. “Voterò Obama”, annuncia. Tra i due c’è stata una telefonata (di Barack a Greg), in cui il senatore ha confermato di avere appeal da vendere. Ce la vedete Hillary a dire “Dai fratello, che quando torni tu con Brandon Roy e LaMarcus Aldridge nessuno vi può fermare?” (mynba.wordpress.com)

Si è svolto negli Stati Uniti il draft NBA 2007: Greg Oden è stato, come preventivat, la prima scelta assoluta, andando ai Portland Trail Blazers. Marco Belinelli, chiamato con il numero 18 al primo giro, è stato selezionato dai Golden State Warriors.

Oden, centro uscito dall’università di Ohio State, come previsto raccoglie l’eredità di Andrea Bargnani, prima scelta assoluta del 2006. Kevin Durant, ala forte che ha incantato con la maglia dei Texas Longhorns, è stato scelto con il numero 2 dai Seattle Sonics. Era scontato che i due fenomeni avrebbero occupato le prime due posizioni del draft. (lastampa.it)

La sfortuna si abbatte ancora una volta sulla giovane e di belle speranze Portland: dopo che Greg Oden aveva saltato quasi l’intero anno da sophomore per un infortunio al ginocchio, durante una partita interna contro i Rockets salta totalmente la rotula del centrone, ed i Blazers devono rassegnarsi ad un’altra stagione insipida e ad un progetto di vittoria che si allunga sempre più. I maligni, o meglio i cinici, nutrono dubbi sulla tenuta fisica globale di un potenziale dominatore, appellandosi alla crescita fisica troppo veloce dell’uomo-bambino; altri parlano solo di jella. Sarà uno dei grandi temi del nuovo decennio: chi aveva ragione? (whereismybasket.altervista.com)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Basic HTML is allowed. Your email address will not be published.

Subscribe to this comment feed via RSS

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: