Vivi il basket 365, lui saprà ripagarti

Armani-Knicks – Il commento finale

di Francesco Marinari

“Everybody loves you here/Everybody loves you here”. Ci vogliono le lyrics di un’inglese per raccontare l’italiano che piace agli americani. Ci vuole “Grand Canyon” dell’incommensurabile Tracey Thorn per raccontare la festa del Gallo. La sua festa, quella del ritorno a casa in un forum gremito da 12mila festanti. Tutti lì per lui e per il basket. “Everybody is waiting” canta Tracey. Tutti lo hanno aspettato per ore. E lui non si è sottratto alla festa. Le foto con i tifosi anche durante il riscaldamento dimostrano di che pasta è fatto. Ambasciatore Nba e amico di tutti i milanesi, a cui deve riconoscenza. Possibile stella di primo livello Nba ed emozionato ragazzino quando con il microfono ha salutato tutti, curva compresa. Era la sua festa ed anche i Knicks lo hanno capito. Ha fatto una bella impressione vedere Turiaf invitare il pubblico al “Make some noise” quando lo speaker ha pronunciato il nome di Gallinari.

“Lock the past into a box and throw away the key”: chiudi il passato in una scatola e butta la chiave, dice la voce struggente di Tracey. Danilo spera di chiudere per sempre con i dolori alla schiena, con gli stop & go che certamente hanno avuto un ruolo nell’andamento dei suoi due campionati Nba. Più condottiero, più uomo, più sicuro dei suoi mezzi. Un paio di fade away nella serata meneghina fanno ben sperare i tifosi: i problemi fisici potrebbero essere completamente risolti e affacciarsi alla nuova stagione con il sorriso sulle labbra ora è più facile.

“You’ve come home, you’ve come home” canta Tracey: sei tornato a casa. Energia pura tornare nella sua città prima della partenza, prima del lungo viaggio che durerà almeno fino ad aprile ma si spera anche oltre. Parigi è il trampolino di lancio per il giro del mondo dei Knicks. Una squadra che, seppur dotata da quest’anno di una delle primissime stelle Nba come Amare Stoudemire, dovrà lavorare per trovare la sua identità. Amare fa crescere di sicuro il Gallo e insieme fanno crescere la squadra: questo è un dato di fatto importante nella corsa al raggiungimento dei playoff. Importante soprattutto per incanalare nella giusta direzione gli ottimi skills di Felton o l’energia senza limiti di Anthony Randolph, uno che nelle mani di D’Antoni potrebbe tornare molto utile alla squadra. Ma come hanno detto Bertomeu e Stern in conferenza stampa: “Non siamo qui per il risultato, ma per promuovere il basket”.

L’Italia della palla a spicchi, che ha meno credito internazionale dopo le scarse prestazioni azzurre degli ultimi anni, che ha dovuto fare i conti in un recente passato anche con lo scandalo arbitri, si è presa per una sera una rivincita. Rimanendo letteralmente al centro del mondo, di fronte alle telecamere di Nba Tv, che hanno rimandato nei cinque continenti la sfida. Certo, per tornare ad essere davvero al centro del mondo servono le medaglie e le coppe. Servono finali scudetto appassionanti. E serve che qualcuno porti finalmente a casa l’Eurolega, chiunque sia. Ma i dodicimila del forum, le tante facce di giovani tifosi, mi e ci devono far sperare in un futuro migliore.

In fondo anche a questo servono gli Europe Live Tour della premiata ditta Stern-Bertomeu: a guardarsi negli occhi e a ricominciare. A toccare con mano, attraverso l’impeccabile organizzazione Usa, attraverso la passione con cui certe squadre lavorano per ore anche prima della partita, quanto il basket sia assolutamente sacro per certe nazioni. Noi teniamoci stretto il Gallo e sosteniamolo per far vedere agli Usa che una “Italian way of basket” è ancora possibile.

Finisco con i ringraziamenti. Essere tra i media accreditati per l’evento, aver potuto vivere la domenica a bordo campo al Forum, aver ricevuto questo riconoscimento da parte dell’Nba è stato per The Game I Love un onore quasi inaspettato. Tutto questo ci inorgoglisce e certo ci responsabilizza per il futuro. Grazie davvero a chi ci ha seguito e ci seguirà.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Basic HTML is allowed. Your email address will not be published.

Subscribe to this comment feed via RSS

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: