Vivi il basket 365, lui saprà ripagarti

Armani-Knicks -4 – Il diario dell’attesa – Petravicius, la domenica bestiale dell’ex South Carolina: “Marijonas, marca quel big man dei Knicks, quel tale, Stoudemire”

Stoudemire

FONTE: IL GIORNO

IN QUESTA ATTESA SFIDA tra Armani Jeans Milano e New York Knicks c’è un giocatore che sa già cosa vuol dire giocarsela contro una squadra dell’NBA e partecipare a questo tipo di evento. È Marijonas Petravicius, “pivottone” lituano dell’Olimpia, che ha già provato questa esperienza un paio di stagioni addietro, nel 2008, quando il suo Lietuvos Rytas Vilnius (poi vittorioso in Uleb Cup quell’anno) fu ospite ad Oakland dei Golden State Warriors per un’amichevole prestagionale in cui fu protagonista con 22 punti e 8 rimbalzi: «Ricordo con piacere quella partita – dice il numero 15 biancorosso – fu una bella esperienza, anche se un po’ diversa da quella che ci aspetta perché giocammo negli Stati Uniti. Per gli americani era una partita come un’altra, anzi forse anche meno perché era contro una squadra europea, forse ci tenevamo solo noi, mentre qui c’è grande attesa da parte del nostro pubblico, tutti ne parlano».

PER PETRAVICIUS inoltre il contatto con gli States è cosa normale, visto che ha fatto tutto il regolare quadriennio South Carolina University: «Era all’inizio degli anni 2000 – ricorda il pivot – è passato tanto tempo, però sono stati anni importanti per la mia formazione». Per la prima volta anche Petravicius vedrà il Forum completamente esaurito: «Spero che non sia la prima e l’ultima volta di quest’anno, dipenderà certamente dal nostro rendimento, ma come ho provato nelle mie precedenti esperienze il pubblico ti può davvero dare una carica in più. Spero che ci siano più persone non solo in campionato, ma anche in Eurolega. Vedere, però, il palazzetto pieno sarà bellissimo». Un evento speciale che soddisfa appieno la voglia di basket della città: «Penso che sia un grande evento ed anche se sono straniero mi rendo conto che la gente è in attesa di questa partita. New York è una città speciale ed il suo nome attira moltissimo, in più sarà una bella occasione anche per noi per farci conoscere da tutta la città».

È OVVIAMENTE un’amichevole, ma l’Olimpia, che ha giocato ieri sera contro la Virtus Bologna, si prenderà comunque un minimo di tempo per preparare la partita: «Certamente nei due giorni precedenti, anche se siamo in precampionato e la partita non è decisiva, cercheremo di fare qualche accorgimento sul gioco di squadra ed individuale dei nostri avversari». Il massiccio lituano si troverà a marcare un giocatore non solo più forte, ma soprattutto completamente diverso come caratteristiche da lui: «Mi vien da dire che ci completiamo (sorride, ndr), penso che Stoudamire sia il giocatore più forte che ha New York e marcarlo non sarà certamente semplice anche se siamo due giocatori che amano correre in contropiede quindi non mi prenderà di sorpresa». Seppur fermo nei giorni scorsi per un’infrazione ad una costola il giocatore del 1979 non mancherà a questa partita: «Ormai sto recuperando e non ci saranno problemi, allenarmi con continuità sarà una delle chiavi della stagione. Il fatto che la schiena non mi abbia più dato problemi in questa prima parte è già un’ottima notizia».

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Basic HTML is allowed. Your email address will not be published.

Subscribe to this comment feed via RSS

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: