Vivi il basket 365, lui saprà ripagarti

Mamma gli Heat. Troppe superstar troppo famose: Miami si chiude in una base militare per la prima parte del ritiro

(Nel video, il primo allenamento di Mike Miller)
Wade, Lebrone, Bosh: fate il calcolo che ogni giorno ognuno di questi tre avrà non meno di dieci giornalisti incaricati di seguire solamente la loro giornata. Moltiplicate il tutto per le migliaia di tifosi che vogliono vederli all’opera in ogni momento, in una Miami il cui entusiasmo cestistico, e vorrei vedere che non fosse così, è alle stelle. Troppo casino intorno agli Heat, ed è per questo che Miami fa le valigie e per la prima parte del ritiro precampionato se ne va a non meno di 600 chilometri dalla città, nella base aerea di Hurlburt Field, estremo nord della Florida. E’ la base di Pensacola, per chi è pratico di basi militari.

Un ritiro militarizzato per evitare distrazioni e lavorare con la dovuta calma, lontano dai flash che inevitabilmente soltanto il trio si attira dietro. Tra l’altro gli Heat hanno una lunga tradizione di iniziative di supporto alle truppe. La carinissima idea, che siamo certi sia stata accolta con un applauso dalla squadra, è venuta ad uno dei preparatori atletici degli Heat, Jay Sabol. Il vecchio Eric ha accolto con soddisfazione l’idea. Per gli Heat è un modo per dare anche un risvolto sociale a questa prima parte di stagione (sono previste attività all’interno della base in supporto ai militari) mentre i vertici della base non possono che esultare per il ritorno pubblicitario, in una America nella quale l’arruolamento rimane un nodo-chiave. “La base ci darà la possibilità di concentrarci sul basket”, dice Spolestra. Gli allenamenti si terranno nel mini-palazzo dello sport della grande area militare. “Abbiamo grandi tradizioni di eccellenza – dice al sito dell’Nba il colonnello Michael Plehn che rappresenta i vertici della base aerea – così come le hanno gli Heat. Siamo lieti di ospitarli”.

Sarcastico anzichenò il sito dell’Nba, che alle ormai arcinote parole di James nell’annunciare il suo arrivo a Miami “porterò il mio talento a South Beach” risponde che ora ci vorrà ancora un po’ di tempo perché questo accada. Il ritiro è previsto dal 28 settembre al 3 ottobre. Quindi il rientro a Miami, due giorni prima dell’inizio della preseason, contro Detroit. Due gli allenamenti al giorno previsti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Basic HTML is allowed. Your email address will not be published.

Subscribe to this comment feed via RSS

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: