Vivi il basket 365, lui saprà ripagarti

Names I Love: Monta Ellis

Warriors Suns Basketball

Torna Names I Love, la rubrica in cui raccontare i giocatori che ci piacciono solo per il nome che portano. In questa occasione sale sul palco Monta Ellis.

Monta Ellis (Jackson, 26 ottobre 1985) è un cestista statunitense che gioca come guardia nei Golden State Warriors, nella Nba. Ellis ha frequentato la Lanier High School a Jackson dove è stato nominato Parade Magazine High School Player of the Year 2005, ovvero uno dei migliori giocatori del 2005 nelle High school (insieme a Greg Oden). Era destinato alla Mississippi State University prima di essere chiamato in NBA nel 2005. Nel suo quarto anno nell’high school realizzò in media 28,9 punti, 4,9 assist, 5,2 rimbalzi e 3,1 rubate a partita con percentuali al tiro del 46,1%, nei tiri liberi del 78,0% e da dietro l’arco del 43,5%. Il suo ultimo anno nella Lanier High School fu il migliore, mettendo 38,4 punti, 6,8 assist, 7,9 rimbalzi e 4,5 rubate a partita, mentre tirava i liberi con l’80,0%, dal campo col 46,0% e da tre col 48,0%.
Da Wikipedia

In un primo momento sembrava che Monta Ellis, talentuosissima guardia dei Golden State Warriors, sarebbe stato perdonato dalla dirigenza californiana. Ed invece questo non è successo. Una volta accertato tramite i legali del club, che la rottura di un legamento della caviglia sinistra occorsagli il 21 agosto scorso è avvenuta in seguito ad un incidente motociclistico, e non a causa di uno scontro di gioco come inizialmente aveva detto il ragazzo (salvo poi confessare la verità il mese dopo), il presidente dei Warriors Robert Rowell, d’accordo con la Disciplinare NBA ha sospeso per 30 partite Ellis. Monta perderà anche circa 3 milioni di dollari di un contratto che era stato appena firmato qualche settimana prima. Il 24 luglio il talento di Jackson, Mississippi, aveva infatti esteso per 6 anni a 67 milioni di dollari lordi. L’incidente pare sia avvenuto con uno scooter, di quelli che raramente si vedono negli Stati Uniti, ma che invece spopolano dalle nostre parti. “Stavo andando piano”, avrebbe detto Ellis. Una delle clausole dei contratti stipulati nella NBA, al paragrafo 12 dell’”Uniform Players Contract”, è proprio quella di evitare attività pericolose tra cui andare in deltaplano, sciare, andare a cavallo e in motocicletta.
Da Basketnet, ottobre 2008

Ventuno novembre, Oracle Arena, Oakland, e quindi California. Otto minuti sul cronometro del quarto periodo e Golden State avanti di 3 su Phoenix. E’ a quel punto che i 18,078 posaglutei sugli spalti ammirano una delle più stupefacenti schiacciate di questa stagione. A un certo punto Monta Ellis ha abbandonato per qualche secondo il parquet. Ha sorvolato l’area pitturata e sconquassato il canestro con una schiacciata che poi avrebbe fatto il giro del mondo. Un’affondata a una mano capace di mettere d’accordo violenza ed eleganza come di rado accade. “Mentre superavo la metà campo ho capito che un difensore si aspettava che alzassi un lob per un compagno. Un altro era pronto a prendere lo sfondamento. Sapevo che non avrebbero fatto mai in tempo. Sarei stato molto più veloce di loro”. Così chi può fermare Monta Ellis la nuova stella emergente dei Golden State Warriors? “Nessuno mi può fermare. Guardate Iverson, come mai nessuno può fermarlo? Per me è lo stesso!”. E’ cresciuto tra droga, povertà e violenza. Non ha mai conosciuto il padre, e ha sentito di dover dare una mano alla madre, che faceva la guardia carceraria. Il basket, come al solito in questo genere di film americano, era la luce in fondo al tunnel. Monta non ha mai perso di vista quella luce. Lui per il basket è un classico 24/7. Ventiquattro ore al giorno e 7 giorni alla settimana: ogni momento è buono per migliorare il suo gioco. Si definisce un gym rat, un topo da palestra. Vuole essere il leader. Vuole tutto sulle sue spalle.
Da sport.it, novembre 2006

I suoi Warriors hanno perso di un punto la prima di campionato, ma lui è stato l’indiscusso protagonista della gara con 26 punti. Sembra intenzionato a fare subito sul serio, il nostro Monta Ellis, per riscattarsi dopo una stagione che lo ha visto convalescente per diversi mesi causa un brutto infortunio. Ai suoi piedi, quest’anno, vedremo le nuove, fiammanti Tai Chi Mid.
Da and1italia.it, ottobre 2009

Ambiente in ebollizione nei pressi di San Francisco dopo un’estate di delusioni di mercato, battibecchi fra i presunti leader dei Warriors ed un malcontento generale fra i supporters piu caldi della Nba. Tutto inizia a giugno quando fallisce l’assalto finale ad Amare Stoudemire, un potenziale uomo-franchigia che manca ad Oakland dai tempi del Barone. In stretta successione poi ad infervorare l’ambiente arrivano le comprensibili reazioni di capitan Step Jackson e Monta Ellis che rivendicano un roster piu competitivo.
Da sportmain.it, ottobre 2009

Monta Ellis, ala dei Golden State Warriors, ha ricevuto il premio di giocatore più progredito del campionato Nba 2007. Ellis, che succede a Boris Diaw, ha ricevuto 352 punti precedendo Kevin Martin (Sacramento) e Deron Williams (Utah). In questa stagione Ellis ha viaggiato ad una media di 16,5 punti, 3,2 rimbalzi e 4,1 assist.
Da terry80.wordpress.com, maggio 2007

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Basic HTML is allowed. Your email address will not be published.

Subscribe to this comment feed via RSS

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: