Vivi il basket 365, lui saprà ripagarti

Arbitri: Larry Brown, nel suo piccolo, si… arrabbia

Larry Brown (sinistra) con Byron Scott (coach Hornets)

Larry Brown (sinistra) con Byron Scott (coach Hornets)


Si sapeva che prima o poi il bubbone doveva scoppiare, che la bomba doveva esplodere. Bastava solo aspettare. La questione arbitri, con lo sciopero di quelli “ufficiali” dell’Nba e il rimpiazzo con i novellini in arrivo da Wnba ed Ncaa comincia a far arrabbiare arbitri e giocatori. Che non si sentono tutelati e non sentono tutelato il gioco a causa della valanga di chiamate per fallo che i verginelli stanno fischiando in questi primi giorni di partite di preseason.

“Non si può più giocare, è tutto spezzettato”: non lo dice l’ultimo dei ball boy dei Thunder ma coach Larry Brown, uno che in linea di massima viene ascoltato. “Sembra di essere alla Summer league”, ha detto il coach dei Bobcats, come riferisce il sito dell’Nba. La summer league è proprio il genere di torneo in cui i “nuovi” arbitri dirigono durante l’estate. Poi si fermano lì e tornano a Wnba e Ncaa. Quest’anno, con il rifiuto degli arbitri Nba di scendere in campo e il mancato raggiungimento dell’accordo con la lega di David Stern, i novellini di cui sopra dovranno, almeno fino a quando non sarà trovato un accordo, dirigere gare di preseason, season e chissà.

Nella patria delle statistiche i numeri, forniti sempre dal sito Nba, parlano chiaro. Nelle partite di lunedì è stata fischiata una media di oltre 57 falli, contro i 49 dell’anno scorso nella stessa giornata, quando arbitravano i referees veri. Nel 2008/2009 sono stati fischiati una media di 42 falli a partita. “Per un arbitro nuovo la situazione non è poi diversa rispetto a un nuovo giocatore che arriva in Nba. L’uno come l’altro devono entrare nel ritmo del gioco, devono imparare il ritmo del gioco”, dice Raja Bell, guardia dei Bobcats di coach Brown.

Peccato che per imparare il ritmo del gioco non ci sia poi tutto questo tempo, visto che tra un paio di settimane inizia il campionato. Potrebbe essere falsato dai nuovi arbitri e dalle loro infinite chiamate? Il problema è che, paradossalmente, tra gli arbitri “ufficiali” e i giocatori Nba si instaura una sorta di feeling difficile da spiegare ma fondamentale. E’ come se gli uni sapessero cosa poter ottenere e poter non ottenere dagli altri. Ognuno sa dell’altro tic, manie, movimenti, visto che, con 82 partite di stagione regolare, si vedono quasi ogni sera.

“Dite a coach Brown che mi manca”: questa frase è di Joe Forte, uno dei top referees Nba, attualmente “disoccupato” così come gli altri suoi colleghi. Una frase detta un po’ per scherzo un po’ no. Tra i veterani della palla a spicchi e i fischietti si instaura veramente un rapporto particolarissimo tra il professionale e l'”amicale”. Coach Brown ringrazia ma intanto deve fare i conti con i nuovi arbitri. Charlotte presa particolarmente di mira: 77 falli e 95 tiri liberi contro New Orleans, 61 falli e cinque tecnici ad Atlanta contro gli Hawks, con gli arbitri costretti a chiamare la sicurezza dopo una sfuriata dello stesso buon vecchio Larry.

Sarà interessante vedere adesso quanto gli arbitri nuovi lavoreranno e si prepareranno su questo dei falli che effettivamente appare come un problema reale in ottica regular season. In attesa che qualcosa si sblocchi tra Nba e referees in sciopero: recentemente, rispondendo a una domanda sull’argomento arbitri, David Stern, a capo dell’Nba, ha risposto: “Sanno dove sono i miei uffici, se hanno qualcosa da dire possono venire lì”. Speriamo che anche Stern scenda dal pero perché questo potrebbe essere un inizio di stagione davvero nervoso.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Basic HTML is allowed. Your email address will not be published.

Subscribe to this comment feed via RSS

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: