Vivi il basket 365, lui saprà ripagarti

Che estate estata?

bada
Che estate estata? Ora che torna finalmente il fresco, che torna anche la pioggia puntuale proprio nel giorno in cui ricominciano le scuole (ah, che momenti magici, pagherei per riaverli). Insomma che estate estata dal punto di vista della palla a spicchi? Estata l’estate di Beli che va a Toronto insieme al Mago. Una scelta ottima, che ci fa amare ancora di più la franchigia più europea. Ma vedere tre italiani in due squadre e non in tre, come dire, ci da un po’ meno la sensazione di aver colonizzato con la nostra pallacanestro la patria della pallacanestro. Vogliamo un italiano per squadra, vogliamo sentirci da esportazione a tutte le latitudini del continente americano. Pazienza, vederli insieme aumenta le probabilità che almeno uno dei due possa diventare decisivo per una parte ampia della stagione (ok lo so che sono due ruoli opposti, ma mi appello alla legge dei grandi numeri).

shaq_03

Estata l’estate della polemica tra Shaq e Nash su chi abbia partorito l’idea di “Shaq vs”, il programma tv in cui il grande campione di basket sfida i grandissimi degli altri sport. Una grande polemica da ombrellone: se ne parlava ovunque in spiaggia. Il flirt Canalis-Clooney in confronto era un chiacchiericcio di condominio, anzi di pianerottolo. Sembra che quel furbacchione di Shaq abbia rubato l’idea a Nash, quando quest’ultimo aveva pensato a uno show in cui giocare a pallacanestro insieme alle stelle degli altri sport. Nash da signore ha smorzato subito dicendo che Shaq era perfetto per il ruolo, glissando sull’effettivo furto dell’idea. Shaq tu comunque d’ora in poi fatti gli show tuoi. Se gli altri ti danno ragione è perché sei grosso. Se rubo a Nash l’idea dello showdown in Chinatown come minimo finisco a pulire la moquette della sede Nba di New York (eh però, non sarebbe malissimo come condanna). Comunque sullo show di Shaq ci torniamo.

Estata l’estate di Ricky Rubio (nella foto di apertura) che rinuncia all’Nba per restare in Europa. Una scelta come minimo azzardata, da non condividere e non imitare. Anche se c’era l’altissimo buyout di Badalona, anche se Minnesota ha dimostrato perlomeno confusione visto il draft che ha condotto, anche se è meglio essere profeta in patria, se c’è una minima chance di giocare in Nba nell’età in cui la sera si va in motorino per gelaterie quella chance va giocata. Essere la quinta chiamata è un onore. Ha una classe e un talento che le eventuali tante panchine che avrebbe fatto in Usa non avrebbero minimamente scalfito. Certo va a Barcellona, raccoglierà onori nel vecchio continente e diventerà stella assoluta definitivamente. Ma passare un anno avendo la possibilità di giocare contro Tony Parker, di conoscere il Barone, di chiacchierare con Chris Paul è davvero così da gettare al vento? Ok, avrebbe dovuto pagare lui per giocare in Nba, ma con la sua volontà anche Badalona e i Wolves avrebbero potuto raggiungere un accordo. E se in questi due anni qualcosa va storto e poi l’Nba non lo vuole più? L’occasione persa gli scivolerebbe addosso o magari avrebbe qualche rimpianto?

Estata l’estate di Mj che entra nella Hall of Fame. Poesia pura e tante lacrime per tutti noi. Prima di lasciarvi alle parole di Mj con questo post ricomincia la nuova stagione di The Game I Love: tante idee, tanta voglia di portare su queste pagine la voce diretta dei protagonisti. Ci riusciremo, guidati dalla passione. Di seguito, Mj: “Non bisogna cercare a tutti i costi un altro Michael Jordan, perché non arriverà. Il basket è cambiato, il gioco è differente, le motivazioni dei giocatori sono diverse. Io non sono stato trovato: sono semplicemente arrivato”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Basic HTML is allowed. Your email address will not be published.

Subscribe to this comment feed via RSS

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: