Vivi il basket 365, lui saprà ripagarti

Belinelli si riposa. Per l’azzurro c’è ancora da decidere

Il Beli versione street

Il Beli versione street


Che fa il Beli in questo periodo di offseason? Un professionista non si ferma mai, quindi dopo un po’ di vacanza ricomincerà a lavorare. Ora il nostro è dato a Miami, come ha fatto sapere tramite il suo blog. Chissà se nei tramonti mozzafiato della Florida troverà l’ispirazione per decidere sull’azzurro. La questione non è semplice, perché ci sono le sue condizioni fisiche da valutare e il parere dei Warriors. Noi continuiamo a sognare il nostro quintetto ideal-nazionale, lo dico tutto d’un fiato, PoetaBelinelliGallinariBargnaniCrosariol.

Comunque qui c’è l’ultimo post dal suo blog.

Ciao ragazzi, vi scrivo per l’ultima volta da San Francisco; infatti, dopo la partita casalinga contro i San Antonio Spurs di Tony Parker e Tim Duncan, c’è stato il rompete le righe per questa stagione. Dopo aver sistemato le ultime cose, partirò per una settimana di vacanza a Miami e verso fine mese tornerò a casa a San Giovanni in Persiceto. Ho molta voglia di tornare in Italia e di vedere i miei amici, pensate che sono partito per gli States a fine Agosto e ritorno solo ora. Adesso intendo curarmi bene da un fastidioso problemino che ho al piede destro, nulla di grave ma preferisco essere al 100% se disputerò le qualificazioni con la Nazionale italiana. Purtroppo quest’anno noi dei Warriors non ci siamo qualificati per i play-off, speriamo il prossimo anno di fare meglio! Soprattutto per i nostri tifosi che sono fantastici e non hanno mai smesso di incitarci durante tutte le partite della stagione (come vedete dalla foto li abbiamo ringraziati a dovere).

Under the californian sun

Under the californian sun

Qui invece l’articolo sul Beli della Gazza
Da Gazzetta.it
NEW YORK, 23 Aprile 2009 – Il secondo anno da giocatore Nba si può definire quanto meno incoraggiante. Si potrebbe anche parlare di salto di qualità, ma l’infortunio che lo ha messo k.o. proprio nel suo momento migliore e la deludente stagione dei Warriors, capaci di conquistare solo 29 successi (con 53 sconfitte) lasciano comunque un po’ di amaro in bocca a Marco Belinelli. A prescindere dal numero di vittorie di una squadra che ha dovuto fare i conti con una lunghissima, e davvero sfortunata, serie di infortuni, Beli quando è stato chiamato in causa da Don Nelson ha dimostrato di essere davvero un giocatore da Nba.

VALORE – I Warriors adesso sanno di poter contare sul cestista bolognese nella ricostruzione della squadra, che dovrebbe avvenire nella offseason. “E’ stata una stagione importante per me – sottolinea l’azzurro da Miami, dove si trova per una breve vacanza con alcuni degli amici più cari prima di tornare a Bologna – ho dimostrato di poter fare la mia parte nella Nba. Peccato che l’infortunio alla caviglia sia arrivato proprio nel mio momento migliore. Purtroppo come squadra abbiamo deluso, eravamo partiti con certe ambizioni, poi, anche a causa dei tanti infortuni, le cose non sono andate come volevamo. Adesso dobiamo lavorare per il prossimo anno”.

Le foto sono tutte courtesy marcobelinelli18.com

Le foto sono tutte courtesy marcobelinelli18.com

CAMBIAMENTI – Cambierà molto a Golden State: non il coach, Don Nelson, ma sicuramente i vertici dirigenziali. Non ci sarà più una delle vere leggende dei Warriors, quel Chris Mullin che da general manager ha fortissimamente voluto Beli al draft e lo ha sempre difeso. “Chris è una persona straordinaria – dice Belinelli – è stato lui a volermi a Golden State e con lui ho instaurato un eccellente rapporto. Non so quello che succederà nei prossimi mesi, ho parlato brevemente con i dirigenti e con Nelson prima di lasciare la California e mi hanno assicurato la squadra verrà rinforzata”.

CIFRE – Nonostante i soliti cambiamenti di umore di Don Nelson, durante la stagione l’azzurro ha mostrato di saper produrre quando ha avuto a disposizione un discreto minutaggio. Per fare un esempio, Beli ha chiuso il mese di dicembre con 14 punti e tre assist di media, andando in doppia cifra in 11 delle 15 partite nella quali è sceso in campo. Poi l’infortunio a gennaio contro Indiana ha complicato tutto, proprio quando l’azzurro si era conquistato un posto al sole nella rotazione di Don Nelson. “Sto meglio, anche se l’infortunio non è proprio del tutto riassorbito – continua il giocatore dei Warriors – tra qualche giorno tornerò a Bologna per rilassarmi un po’. Poi si deciderà cosa fare per la Nazionale. Parlerò con Recalcati e Meneghin e decideremo insieme, considerando anche come starò fisicamente. Naturalmente consulterò anche i Warriors”. Troppo presto, dunque, per fare programmi per una offseason che deve preparare Belinelli alla stagione più importante della sua carriera. Dopo aver dimostrato di meritare spazio, nel prossimo campionato, infatti, Beli dovrà fare il salto di qualità.
Simone Sandri

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Basic HTML is allowed. Your email address will not be published.

Subscribe to this comment feed via RSS

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: