Vivi il basket 365, lui saprà ripagarti

Venti, venti e venti

Dwight in formato Pleasantville

Dwight in formato Pleasantville


A quale ditta di serramenti vi rivolgereste per allargare le porte nel caso in cui invitiate a cena Dwight Howard? Mentre pensate alla risposta, celebriamo insieme l’armadio della Florida, che in una serata mica da niente (la sfida con i Knicks al Madison) ha realizzato per la ventesima volta un “venti e venti”, ovvero almeno venti punti e almeno venti rimbalzi. Nel caso specifico l’omone dei Magic ha fatto registrare 24 punti e 21 rimbalzi. La notizia è ripresa da http://www.floridatoday.com.

Mentre siete lì che pensate, l’altra domanda che dovete farvi riguarda dove possa arrivare l’uomo che lo scorso anno si vestì da Superman e volò letteralmente verso il canestro aggiudicandosi una gara delle schiacciate le cui foto rimangono tutt’oggi nell’iconografia classica dell’Nba. Dove può arrivare: dal punto di vista dell’altezza credo che la sua crescita si sia ormai fermata, ed è una fortuna per i produttori di mobilio. Ma dal punto di vista sportivo? Mettiamola così: è uno dei migliori compromessi visti negli ultimi anni tra big big men (ovvero dimensioni del corpo da portare in giro veramente immense) ed agilità. Tra big big men e bagaglio tecnico. Leve molto imponenti, grande esplosività muscolare, alle quali si associa un non così sempre scontato bagaglio di movimenti.

Che cosa gli manca per decollare definitivamente, magari per iniziare a conquistare almeno una finale? Una squadra che possa supportarlo. Fino ad oggi ha conosciuto solo Orlando, a cui è approdato saltando a pié pari l’università dopo la Saca (Southwest Atlanta Christian Academy, il liceo privato in cui suo padre rivestiva il ruolo di direttore sportivo). Certo accanto a lui ha Rashard Lewis, Turkoglu sta facendo davvero una stagione eccezionale, ma servirebbe un grandissimo nome nel backcourt per far volare davvero Dwight verso un anello. C’è una bella differenza tra essere il centro più dominante atleticamente della Lega e quello più agonisticamente dominante della Lega. Con Orlando ha un quinquennale firmato nel 2007, vedremo quanto in alto riuscirà a portare i Magic.

Intanto cercherà di dire la sua ancora una volta nei playoff, dove sempre a proposito di venti e venti, ne fece due consecutivi contro Toronto nella serie dello scorso anno. Non accadeva da un bel po’ di anni. Un bimbo in un corpo imbarazzante, quasi impossibile da tenere. Però ha una certa simpatia innata, chissà se questo lo ha aiutato nell’essere il più votato dalla gente (oltre tre milioni di voti) nell’ultimo All Star Game.

Basta fare il tecnico, ruolo che mi riesce altamente male, tanto che la mia unica ancora di salvezza è rifugiarmi nel cazzeggio. Dwight è una delle poche stelle non finite su drunkathlete.com. Sarà per la sua grande devozione al lavoro? Sarà per la sua fede d’acciaio? Hanno provato in tutti i modi a fargli vincere lo slam dunk contest a Phoenix. Hanno alzato ulteriormente il canestro. Ma la magia di quella schiacciata alla superman rimane unica. Impossibile ripetere qualcosa di simile, di divertente. Impossibile non premiare un nanerottolo verde che ha strappato risate ed applausi (Nate Robinson, non lo scrondo).

Infine, date un’occhiata alla foto. Bella eh? L’editor fotografico del mio Iphone ha di questi poteri. So bene che lo stesso risultato si ottiene con un comune Corel Draw, ma fare ciò mentre si passeggia non ha lo stesso gusto. Elaborare le foto in questo modo non può non far venire in mente lo stupendo “Pleasantville”, film indimenticabile sulle diversità (indimenticabile Jeff Daniels nel ruolo del gestore del fast food). Ri-infine: guardate l’orologio. Avete fatto le venti e venti. Non per questo sarete mai stelle come Dwight Howard.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Basic HTML is allowed. Your email address will not be published.

Subscribe to this comment feed via RSS

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: